Verso il futuro dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi

TOP x Careggi

Trenta

Obiettivi 

Priorità

per Careggi

Cos'è TOP x Careggi

TOP xCareggi – Trenta Obiettivi e Priorità per Careggi – è un processo partecipato rivolto all’innovazione e al miglioramento organizzativo dell’AOUC. 

Con questo percorso di riorganizzazione Careggi si propone di sostenere in maniera costante la componente professionale, di potenziare ulteriormente la sua posizione di eccellenza per il trattamento di patologie ad elevata complessità, di rendere il polo ospedaliero sostenibile e sempre più aperto all’innovazione. 

Per la realizzazione di questo percorso sono state individuate 30 prime progettualità (i Top) inserite all’interno di 8 aree tematiche, ogni Top è composto da un coordinatore, un gruppo di lavoro ristretto e uno allargato con l’obiettivo di proporre discussioni aperte alle varie professionalità e raggiungere proposte condivise e partecipate. 

Aree progettuali

ll percorso TOP x Careggi si struttura con un approccio di “sistema” e con l’individuazione di aree progettuali complesse, cui ricondurre le singole attività (i TOP) da realizzare. In questa prima fase sono state individuate 8 aree progettuali complesse e 30 TOP, (ovvero Trenta Obiettivi e Priorità) alcuni di questi con carattere trasversale.

Lascia la tua proposta

Partecipa

Per partecipare e condividere le tue idee
scrivici alla email

Rocco Damone Direttore Generale

Con il Piano di sviluppo TOPxCareggi proponiamo un cambio di paradigma: un patto di fiducia e di collaborazione, fondato sulla condivisione dell’identità aziendale e della sua mission, in cui se si migliora, tutti possono avere un vantaggio. È per noi fondamentale creare una cultura che stimoli le persone a innovare e generare valore contribuendo alla crescita dell’organizzazione stessa.

Maria Chiara Innocenti Direttore Amministrativo

Innovazione significa immaginare nuovi modi di fare le stesse cose a minor costo, oppure inventare nuovi modelli, dai più complessi ai più semplici, che in qualche maniera facilitino il nostro lavoro quotidiano e ci aiutino a soddisfare meglio i bisogni dei pazienti. Per fare questo c’è bisogno dell’adesione e dell’impegno generati dal coinvolgimento di gruppi più ampi di persone.

Maria Teresa Mechi Direttore Sanitario

Le dinamiche piramidali, che negli anni hanno funzionato e hanno portato valore alle organizzazioni per come le conosciamo, ora non funzionano più. Oggi alle organizzazioni per prendere decisioni nel migliore dei modi servono informazioni che non vengono più solo dall’alto, ma da ogni parte dell’organizzazione e dove le regole del gioco vengono dettate anche dalle nuove generazioni di professionisti.

Angela Brandi Direttore Dip. Professioni

Siamo convinti che un processo aperto di creazione dell’innovazione si porti dietro un’infinità di vantaggi – idee migliori, piani più realistici, un’attuazione più efficace – senza compromettere la sostenibilità né intaccare la tradizionale autorità dei ruoli direzionali.